Corpo Pagina

Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d'ufficio dei dati

Riferimento normativo: Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33 – art. 35, c. 3



  • Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d’ufficio dei dati

    Ultimo aggiornamento: 17 maggio 2019
    Pubblicato il: 1 dicembre 2016

    Contatto amministrativo:
    Dott. Andrea Barbarossa, Responsabile Amministrativo
    tel. +3907811863103
    (e-mail)


  • Accesso civico

    Ultimo aggiornamento: 17 maggio 2019
    Pubblicato il: 2 maggio 2016

    SEMPLICE

    L’accesso civico è il diritto di chiunque di richiedere i documenti, le informazioni o i dati dei quali sia stata omessa la pubblicazione pur avendone l’obbligo. Con il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 viene introdotto l’istituto dell’accesso civico contemplato dall’articolo 5, ovvero di diritto a conoscere, utilizzare e riutilizzare (alle condizioni indicate dalla norma) i dati, i documenti e le informazioni “pubblici” in quanto oggetto “di pubblicazione obbligatoria”. Questo istituto è diverso ed ulteriore rispetto al diritto di accesso ad atti e documenti amministrativi disciplinato dalla legge n. 241 del 1990. Diversamente da quest’ultimo, infatti, non presuppone un interesse qualificato in capo al soggetto richiedente e consiste nel chiedere e ottenere gratuitamente che le amministrazioni forniscano e pubblichino gli atti, i documenti e le informazioni, da queste detenuti, per i quali è prevista la pubblicazione obbligatoria, ma che, per qualsiasi motivo, non siano stati pubblicati sui propri siti istituzionali.

    Responsabile per l’accesso civico
    Rag. Massimiliano Demurtas
    e-mail: accessocivico@sotacarbo.it
    Tel. 0781-1862445
    Sotacarbo SpA
    Grande Miniera di Serbariu
    09013 Carbonia (CI)

    Titolare del potere sostitutivo
    Dott. Gianni Serra
    Responsabile della Trasparenza
    e-mail: gianni.serra@sotacarbo.it
    Tel. 0781-1863358
    Sotacarbo SpA
    Grande Miniera di Serbariu
    09013 Carbonia (CI)

    Modalità per esercitare il diritto di accesso civico

    Chiunque ha diritto di esercitare l’accesso civico. La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno.

    La richiesta deve essere inoltrata al Responsabile per l’accesso civico utilizzando il modulo appositamente predisposto, da inviare, unitamente alla copia di un documento d’identità, tramite posta elettronica ordinaria o posta elettronica certificata.

    Nei casi di ritardo o mancata risposta da parte del Responsabile per l’accesso civico, il richiedente può presentare una nuova istanza al Titolare del potere sostitutivo, utilizzando la procedura descritta in precedenza. Il Titolare del potere sostitutivo, dopo aver verificato la sussistenza dell’obbligo di pubblicazione, provvede entro 15 giorni alla pubblicazione di quanto richiesto e ad informare il richiedente.

    GENERALIZZATO

    Consente a chiunque di accedere ai dati, alle informazioni e ai documenti detenuti dalla Pubblica Amministrazione, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria, e mira a consentire forme diffuse di controllo sull’operato dell’amministrazione. È disciplinato dal D.Lgs. 33/2013, articolo 5, comma 2 e ss. e dall’articolo 5 bis “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”; dalla Delibera ANAC 1309/2016 “linee guida recanti indicazioni operative ai fini della definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico di cui all’art. 5, comma 2 del D.Lgs. 33/2013”; dalla Circolare del Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione n. 2/2017 “attuazione delle norme sull’accesso civico generalizzato (c.d. FOIA)”.

    La richiesta di accesso civico generalizzato deve identificare i dati, le informazioni e i documenti che si vogliono ottenere, non è richiesta la motivazione e nessun altro requisito come condizione di ammissibilità.
    Nella valutazione dell’adeguatezza delle richieste ricevute, nella specificazione dei documenti richiesti deve tener conto delle difficoltà che i richiedenti possono incontrare nell’individuare con
    precisione i dati o i documenti di proprio interesse. Per questa ragione, la Società garantisce la massima assistenza al richiedente, per permettere una adeguata definizione dell’oggetto della domanda. Le richieste possono essere formulate per iscritto (su apposito modulo o su carta libera) o verbalmente ed essere presentate di persona, per telefono, via e-mail o a mezzo PEC.

    Per quanto non indicato in questa pagina, si rimanda alle disposizione contenute nell’Allegato 1 alla Delib.G.R. n. 55/1 del 13.12.2017, recepito dalla Società in quanto parte del “Sistema Regione”.