Corpo Pagina

Sotacarbo Summer School

La Sotacarbo Summer School è una scuola internazionale organizzata annualmente da Sotacarbo, con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e Materiali dell’Università di Cagliari, IEA Clean Coal Centre, CO2Geonet e ECO-BASE Project. La Scuola si rivolge a laureandi, studenti del dottorato di ricerca e giovani ricercatori interessati alle tecnologie low carbon e CCUS (cattura, riutilizzo e confinamento della CO2), ambiti di sempre maggior interesse a causa delle crescenti preoccupazioni per il riscaldamento globale del pianeta, un fenomeno che tali tecnologie puntano a contrastare.

Nel corso dei cinque giorni di programma, vengono approfonditi, dal punto di vista scientifico, ambientale, economico e legale,  i temi relativi alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica, ottenibile sia grazie alla diffusione delle fonti energetiche rinnovabili, sia all’introduzione delle tecnologie a basse emissioni di andride carbonica nelle principali applicazioni industriali (soprattutto nel settore della generazione di energia elettrica).

Particolare attenzione viene riservata alle tecniche di confinamento geologico della CO2, per le quali il Sulcis rappresenta il laboratorio ideale di sperimentazione: uno dei pochi siti al mondo potenzialmente in grado di accogliere, con rischi ambientali pressoché nulli, grosse quantità di anidride carbonica, grazie alla presenza sia di strati profondi di carbone (non coltivabili ai fini estrattivi e adatti allo stoccaggio permanente di grosse quantità di CO2 per via delle particolari caratteristiche geologiche), sia di un acquifero sottostante il bacino carbonifero.

La Sotacarbo Summer School, che può vantare come docenti i massimi esperti mondiali sui temi della cattura e del confinamento dell’anidride carbonica, si svolge in lingua inglese ed è aperta a 40 studenti e giovani ricercatori di tutto il mondo.

La scuola è finanziata dalla Regione Autonoma Sardegna.