Corpo Pagina

Elettricità sostenibile? Missione possibile

Il percorso ZoE Junior, realizzato con gli studenti delle scuole elementari, si è concluso con il laboratorio Elettricità dalla CO2, che sottolinea l’importanza di produrre energia elettrica in modo sostenibile. Obiettivo che, sulla base dei progetti di ricerca sviluppati da Sotacarbo, può essere raggiunto anche utilizzando l’anidride carbonica.

La CO2, uno dei gas serra maggiormente responsabili del riscaldamento globale, grazie allo sviluppo di nuove tecnologie, diventa una risorsa per produrre energia elettrica. Negli incontri con i bambini di quinta D e quinta F dell’istituto Satta di Carbonia i ricercatori Sotacarbo hanno spiegato come si possa trasformare il problema CO2 in risorsa.  Dopo aver sottolineato perciò l’importanza della sostenibilità nella produzione di energia, facendo riferimento al progetto di ricerca “Power to Gas/Liquid”, che prevede la produzione di metanolo come vettore energetico proprio a partire dall’anidride carbonica, gli scolari hanno potuto cimentarsi con la costruzione di piccoli circuiti, giocando con l’elettricità, la forma di energia più usata nelle nostre case.

Collegando lampadine, motorini elettrici, led e cicalini, i bambini hanno assunto maggiore consapevolezza della centralità dell’energia elettrica nella vita quotidiana, come spiega il piccolo Luca di V^D: “Dipendiamo dall’energia elettrica, a casa mia funziona tutto con l’energia elettrica, dalla cucina al riscaldamento,  dalla tv al tablet. E’ quindi importante che l’energia che usiamo sia la più pulita possibile”. Soddisfatta anche l’insegnante della classe, la maestra Orrù: “Un ritorno al passato: di metanolo a Carbonia se ne è sempre parlato, ma prodotto dal carbone. Questo avrebbe un impatto sull’ambiente che ai giorni nostri sarebbe insostenibile. Invece la soluzione proposta di produrlo da anidride carbonica, con l’uso di fonti rinnovabili, centra in pieno gli obiettivi di sviluppo sostenibile, che per essere raggiunti hanno bisogno anche del nostro contributo personale”.

Formare cittadini consapevoli è uno degli obiettivi dell’Unione Europea per ridurre i tempi della transizione ecologica. Sotacarbo, grazie ai suoi progetti di divulgazione scientifica cerca sempre più di coinvolgere i cittadini del futuro e di aiutarli nella formazione di una coscienza critica nel campo dell’energia. Se questo inizia sin dalla più giovane età, il futuro può apparire meno grigio. AMadeddu/AOrsini

Laboratorio sull’elettricità per gli scolari di quinta D e quinta F