Corpo Pagina

Generazione consapevole: a scuola di efficienza energetica

Prende slancio il progetto “Generazione Consapevole”. Avviato lo scorso dicembre con le terze superiori dell’istituto di istruzione superiore “Angioy” di Carbonia, vede ora la partecipazione anche degli studenti delle classi terze e quarte dell’Amaldi, altro istituto scolastico della cittadina mineraria, per un totale di circa 300 studenti coinvolti.

Queste partecipazioni danno continuità alla “Notte Europea dei Ricercatori 2020”, quando gli studenti delle due scuole hanno avuto modo conoscere la realtà Sotacarbo e le attività che si svolgono nel Centro Ricerche della Grande Miniera di Serbariu.

Generazione Consapevole rappresenta un esempio di progetto “citizen science:” cinque incontri per informare e formare gli studenti sul tema della efficienza e del risparmio energetico. In questo percorso gli studenti vengono coinvolti in varie attività utili allo sviluppo del progetto di ricerca “Abaco Geografico Smart per il recupero ed efficientamento energetico del patrimonio edilizio urbano”, che prevede la mappatura energetica della città di Carbonia, prendendo in considerazione non solo gli immobili ma anche chi li vive e le interazioni tra persone e edifici in termini energetici.

La collaborazione con la scuola è preziosa perché gli studenti sono i migliori osservatori per formulare un’analisi della propria abitazione da un punto di vista energetico e per collegare il loro vivere la casa con i consumi energetici.

Per aiutare i ragazzi in tale attività, è stato creato uno strumento di lavoro, il questionario energetico per gli studenti, con cui i ragazzi sono in grado di fornire diverse informazioni sulle abitazioni: caratteristiche costruttive, tipologie di impianti di riscaldamento e raffrescamento e di illuminazione, caratteristiche energetiche degli elettrodomestici, consumi energetici delle abitazioni e le condizioni di benessere in cui si vive.

Gli incontri tra i ricercatori Sotacarbo e gli studenti vengono svolti con le stesse modalità della didattica a distanza, soluzione obbligata dalla pandemia ma che permette agli studenti di effettuare un’analisi immediata degli argomenti proposti, osservando in maniera differente l’ambiente casa.

I dati forniti andranno ad unirsi a quelli raccolti dai ricercatori del gruppo “efficienza energetica” e saranno fruibili sul portale auree.it, dedicato a questo progetto di ricerca. Nel sito saranno a disposizione di chiunque vorrà consultarle le informazioni sugli edifici e sui consumi energetici, sulle possibilità di miglioramento energetico e una serie di consigli di buona prassi adottabili per aumentare il risparmio energetico. AMadeddu/AOrsini