Corpo Pagina

Anche Sotacarbo celebra la Giornata internazionale delle donne nella scienza

L’11 febbraio si celebra l’International Day of Women and Girls in Science: la giornata delle donne e delle ragazze nella scienza è stata proclamata dalle Nazioni Unite nel 2005 ed è patrocinata dall’Unesco per ricordare che la partecipazione delle donne nella scienza deve essere rafforzata e incoraggiata al fine di garantire pari opportunità nella carriera scientifica.

La scienza e la parità di genere sono entrambe essenziali per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo concordati a livello internazionale, compresa l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Negli ultimi 15 anni, la comunità globale ha fatto molti sforzi per ispirare e coinvolgere donne e ragazze nella scienza. Tuttavia, le donne e le ragazze continuano ad essere escluse dalla piena partecipazione alla scienza. Attualmente meno del 30% dei ricercatori di tutto il mondo è rappresentato da donne e nonostante le donne siano la metà della popolazione mondiale, solo 17 hanno ricevuto il Premio Nobel per la fisica, la chimica o la medicina da quando Marie Curie lo vinse nel 1903.

Secondo i dati dell’Unesco, nel biennio 2014-2016 solo il 30% circa di tutte le studentesse seleziona campi correlati alle Stem (acronimo in inglese per scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) nell’istruzione superiore. Sempre secondo L’Unesco la famiglia svolge un ruolo fondamentale nel delineare gli atteggiamenti delle ragazze verso gli studi scientifici e nell’incoraggiarle o no a seguire carriere relative alle discipline Stem.

Anche la scuola può incidere sulle decisioni future. Gli atteggiamenti, le credenze e i comportamenti degli insegnanti, nonché la loro interazione con gli studenti, possono avere un impatto sulle scelte delle ragazze riguardanti il proprio futuro professionale.

Sul territorio nazionale diversi gli appuntamenti per celebrare la giornata tra cui: un convegno dedicato al tema delle “donne nell’ambito delle Matematiche pure e applicate e delle Data Sciences” dell’università di Torino; l’Infn organizza tour virtuali nei laboratori di Frascati; il Dipartimento di Fisica dell’Università di Cagliari in collaborazione con Inaf, Infn, Cnr e l’associazione Laboratorio Scienza organizzano una masterclass; l’università di Padova organizza il convegno “Donne nella scienza” sulle donne in prima linea nella battaglia contro il Covid-19; la fondazione Airc propone una diretta Instagram in cui si parlerà degli ingredienti fondamentali che influenzano e rendono possibile il sogno di una giovane donna e le permettono di diventare ricercatrice; Explora, il Museo dei Bambini di Roma celebra l’International Day of Women in Science con il progetto digitale Crescere Pari rivolto alle bambine e ai bambini dai 6 anni per avvicinarli a concetti per loro ancora astratti, quali: la parità di genere, le pari opportunità e la crescita sostenibile

Anche Sotacarbo partecipa attivamente alla giornata. Giovedì 11 febbraio 2021 gli studenti degli istituti superiori Angioy e Amaldi di Carbonia avranno la possibilità di conoscere il percorso e l’esperienza personale di alcune ricercatrici Sotacarbo. In un incontro online organizzato dall’azienda e dai due istituti scolastici, gli studenti avranno modo di ascoltare e dialogare con Sarah Lai, laureata in chimica, phD, componente del gruppo di ricerca ingegneria di processo; Alessandra Madeddu, laurea in ingegneria dell’Ambiente e Territorio, svolge attività nel settore della divulgazione scientifica, Arianna Maiu, laurea magistrale in scienze e tecnologie geologiche, fa parte del gruppo di lavoro che si occupa degli studi legati al confinamento geologico dell’anidride carbonica. AMadeddu