Corpo Pagina

Sotacarbo e K-Cosem: al via la collaborazione

Visita K-Cosem a Porto Flavia con tecnici Sotacarbo

Col nuovo anno prendono il via le attività previste dall’accordo di collaborazione tra Sotacarbo e il consorzio sud-coreano K-Cosem. L’avvio della fase operativa dell’accordo, sottoscritto lo scorso ottobre e che prevede un impegno reciproco per i prossimi cinque anni, è stato preceduto da una visita di una delegazione di sei esperti coreani, provenienti da alcune delle più prestigiose università del paese asiatico: Seoul National University, Korea University e Kyungpook National University e guidati dal prof. Yun Seong-taek, presidente del consorzio.
Il 19 e il 20 dicembre scorsi i sei tecnici hanno potuto osservare le infrastrutture del Centro Ricerche Sotacarbo e apprezzare le attività di ricerca svolte nei laboratori e negli impianti, oltreché definire, in dettaglio, il programma di lavoro per la prima fase della collaborazione. Questo incontro preliminare ha, inoltre, consentito l’effettuazione di test sperimentali per la messa a punto di alcuni strumenti di misura avanzati e la visita di alcuni siti del Sulcis Iglesiente, di grande interesse storico e geologico, come Porto Flavia.
La ricerca portata avanti da Sotacarbo e K-Cosem sarà focalizzata principalmente sul monitoraggio della dispersione della CO2 nel suolo, attività per le quali Sotacarbo sta realizzando un’importante infrastruttura di ricerca di valenza internazionale, il Sotacarbo Fault Lab, finanziata dalla Regione Autonoma della Sardegna nell’ambito del Centro di Eccellenza sull’Energia Pulita (fondi FSC 2014-2020).
La collaborazione col consorzio di ricerca coreano vedrà, tra l’altro, scambi di ricercatori e un maggiore coinvolgimento reciproco in eventi organizzati dai due partner. Tra questi la Sotacarbo Summer School, scuola internazionale giunta ormai alla settima edizione (giugno 2019) e l’International CCS Forum di Seul, al quale Sotacarbo è stata invitata a presentare le proprie infrastrutture lo scorso novembre.