Corpo Pagina

Notte dei ricercatori 2018 a Carbonia: imparare e giocare con la scienza

Grande interesse anche quest’anno per la Notte dei Ricercatori nel Centro ricerche Sotacarbo a Carbonia. L’evento scientifico promosso in Italia da Frascati Scienza ha visto coinvolti oltre 60 enti di ricerca in tutto il Paese.
Il tema di quest’anno, BE a citizEn Scientist (BEES), ovvero diventare un cittadino scienziato, mirava a mostrare ai partecipanti che la scienza è alla portata di tutti, piccoli e grandi, e che lo sviluppo di una corretta cultura scientifica, applicata nella vita di tutti i giorni, contribuisce al raggiungimento del benessere collettivo.
Anche quest’anno Sotacarbo ha partecipato all’evento aprendo il proprio Centro Ricerche ai visitatori. Due le proposte per la prima parte della serata: la visita nei laboratori e impianti e il laboratorio dell’elettricità. Come da tre anni a questa parte, le visite sono state affidate ai ragazzi del Liceo Scientifico Amaldi (classe 4 A) di Carbonia, che hanno illustrato ai visitatori le attività di ricerca, con l’aiuto dei ricercatori Sotacarbo. Contemporaneamente è stato preso d’assalto, letteralmente, specie dai più piccoli, il laboratorio dell’elettricità, nel quale i partecipanti si sono divertiti a creare semplici circuiti elettrici per azionare un’elica, far accendere luci e led o sprigionare un flusso di bolle di sapone.
La serata si è conclusa con lo spettacolo “Le mirabolanti avventure energetiche del dottor Burger”, proposto dal fisico Daniele Molaro: con stravaganti e curiosi esperimenti, ha giocato con l’energia, per l’entusiasmo dei più piccoli. In un’ora circa di spettacolo, davanti a circa 150 partecipanti, è stato possibile vedere concretizzati alcuni concetti scientifici (energia potenziale e cinetica, tensione superficiale, energia elastica ecc.) che normalmente restano “imprigionati” nelle pagine dei libri di fisica o di chimica. AO