Corpo Pagina

Il cambiamento climatico? La prima risposta nel Neolitico

Gli scavi nel villaggio di Çatalhöyükjpg. Foto: Omar Hoftun

Uno studio dell’Università di Bristol rivela l’esperienza di contadini che 8200 anni fa fronteggiavano il fenomeno del cambiamento climatico.  Lo studio, pubblicato da Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS), si basa sugli scavi nel villaggio neolitico di Çatalhöyük, localizzato in Turchia, nell’Anatolia meridionale.

Dall’esame delle ossa degli animali ritrovate nell’area che, tra il il 7500 AC e il 5700 AC, ospitava il villaggio, si è potuta ricavare la risposta della popolazione all’improvvisa diminuzione delle temperature dell’intero pianeta, avvenuta circa 8200 anni fa. Temperature più rigide, accompagnate da estati meno piovose. Un duplice cambiamento che avuto un forte impatto sull’agricoltura e anche sulla pastorizia. E’ emerso infatti che, in coincidenza con il cambiamento del clima, i pastori di Çatalhöyük preferirono pecore e capre alle mucche, una volta appurato che le prime erano più resistenti ai periodi di siccità.
Lo studio si è basato non solo sull’analisi delle ossa ritrovate ma anche su quella dei grassi animali presenti sui recipienti utilizzati per la cottura e la conservazione delle carni. Dagli atomi di idrogeno presenti nei grassi animali si è potuto ricavare il rapporto deuterio-idrogeno che rifletteva quello delle precipitazioni: il livello di idrogeno nei grassi mutava al variare delle piogge.

Mélanie Roffet-Salque, autrice principale dello studio, spiega la novità del metodo utilizzato: “I cambiamenti delle precipitazioni in epoca preistorica finora sono stati rivelati attraverso l’esame di sedimenti lacustri o marini, mai da stoviglie. Per la prima volta abbiamo ricostruito il fenomeno attraverso l’analisi degli atomi di idrogeno dei grassi animali presenti nelle pentole usate per cucinare”.

Studio:
Evidence for the impact of the 8.2-kyBP climate event on Near Eastern early farmers

Mélanie Roffet-Salque, Arkadiusz Marciniak, Paul J. Valdes, Kamilla Pawłowska, Joanna Pyzel, Lech Czerniak, Marta Krüger, C. Neil Roberts, Sharmini Pitter, Richard P. Evershed.
Proceedings of the National Academy of Sciences, 2018; 201803607 DOI: 10.1073/pnas.1803607115