Corpo Pagina

Scelto il logo del Progetto Zoe all’insegna della sostenibilità ambientale e delle energie rinnovabili

Si è svolta presso l’Auditorium del Centro Ricerche Sotacarbo la premiazione del concorso “Disegna il logo di Zoe”, che ha coinvolto circa 60 studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Il concorso è stato indetto nell’ambito del Progetto Zoe (Zero Emissioni), l’iniziativa di animazione ambientale e divulgazione scientifica che Sotacarbo svolge sul territorio e che riguarda iniziative rivolte alle scuole primarie e secondarie con laboratori didattici e progetti di promozione della cultura scientifica, le attività di alternanza scuola/lavoro e l’apertura del Centro Ricerche al pubblico in occasione di particolari eventi.

I temi sviluppati attraverso il progetto ZoE sono strettamente legati alle attività di ricerca svolte dalla Società nel settore dell’energia e dello sviluppo sostenibile:

  • studio e sviluppo di sistemi per la produzione di energia a zero emissioni da combustibili fossili con l’applicazione di tecnologie di cattura e confinamento dell’anidride carbonica (CCS);
  • studio e sviluppo di tecnologie per l’impiego di energie rinnovabili;
  • incremento dell’efficienza energetica negli edifici pubblici e nei processi di produzioni energetica per un uso finale dell’energia più razionale;
  • sensibilizzazione ai temi dell’ambiente e della sua salvaguardia.

Solo nell’anno scolastico 2017-18 hanno partecipato al progetto Zoe 30 classi scolastiche, di cui 20 della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado, le restanti 10 della scuola secondaria di secondo grado, per un totale di circa 600 studenti visitatori, impegnati perlopiù in laboratori didattici di varia tipologia (efficienza energetica, creazione di circuiti elettrici, paper circuits) e attività di alternanza scuola lavoro riguardanti i temi dell’efficienza energetica e le attività svolte nei laboratori chimico-fisici del Centro Ricerche.

Sono stati dieci i loghi pervenuti entro la data utile di presentazione delle proposte. Il primo premio, un buono acquisto del valore di 500 €, spendibile in libreria, è andato a Alessia Masala, studentessa del Liceo Scientifico Lussu di Sant’Antioco, classe 3a B, che ha realizzato un logo che richiama alcuni importanti simboli legati alla sostenibilità ambientale (le mani aperte), alle energie rinnovabili (le pale eoliche), al riciclo dei materiali e alla speranza per un mondo più pulito, con il verde della foglia che nasce e simboleggia la vita.

Secondo posto per Davide Atzori, del Liceo Scientifico Amaldi (classe 4a A) di Carbonia al quale è andato un buono acquisto del valore di 300 € (sempre utilizzabile per l’acquisto di libri). Terzo posto per Simone Marzeddu e Alessandro Melis del Liceo di Scienze Applicate dell’Istituto Asproni Fermi di Iglesias (classe 4a A). AO

Primo premio per Alessia Masala di Sant’Antioco

Secondo premio per Davide Atzori di Carbonia

Terzo premio per Simone Marzeddu e Alessandro Melis di Iglesias