Corpo Pagina

Usa, Il futuro energetico è delle rinnovabili

citigroupl colosso dei servizi finanziari Citigroup parla addirittura di inizio dell’”era delle rinnovabili” per gli Stati Uniti d’America. Nel report pubblicato la scorsa settimana, Citi dichiara che l’energia solare ed eolica sta raggiungendo dei costi così bassi da renderla ormai assolutamente competitiva rispetto a gas, carbone ed energia nucleare.
I decision-makers del mercato energetico Usa si focalizzano su prezzi bassi e sopratutto sulla stabilità dei flussi di cassa. Aspetti che il carburante non riesce a garantire, mentre le rinnovabili si. I prezzi del gas, continua il report, continuano a registrare aumenti, a differenza di quelli dell’energia solare (ridotti del doppio rispetto a quelli del gas) e sono volatili.
Grazie anche alle normative ambientali a favore delle rinnovabili, il trend secondo Citigroup è chiaro e inarrestabile: “Prevediamo – si legge nel report – che l’energia solare, eolica e le biomasse continueranno a guadagnare quote di mercato, sottraendole al carbone e al nucleare”.
C’è però un aspetto da considerare per le rinnovabili: l’investimento iniziale, che talvolta è molto alto, anche se gli analisti prevedono anche in questo senso un netto calo. I cosiddetti costi BOS, ovvero costo dei moduli più costo del bilanciamento del sistema, scenderanno nel breve periodo. Anche perché il mercato dei progetti che sfruttano energie rinnovabili è un mercato sicuro e gli investitori si stanno sempre più rendendo conto che gli investimenti in tal senso sono molto poco rischiosi.
Gli Usa si allineano ai valori Europei
Interessante è il confronto che Citigroup fa dei costi e della convenzienza degli investimenti a livello mondiale. Il prezzo del gas in Usa, rispetto a quello in Europa, è sempre stato molto più basso, motivo per cui in alcuni paesi come la Germania, la Spagna e il Portogallo, l’energia fotovoltaica sfruttata per il residenziale è sempre stata molto più competitiva con quella “tradizionale”. Ma questo trend si sta invertendo. Con un LCOE per il solare pari attualmente a 13 cent/kWh, che gli analisti prevedono in calo di tre punti entro il 2016, gli Usa per la prima volta si stanno allineando ai valori di Europa e Asia, come mostra la tabella sottostante.

(Tratto da CasaeClima.com)

L’articolo originale completo è disponibile su:
http://www.casaeclima.com/rinnovabiliUSA.html