Corpo Pagina

CCC/258

Contratti di vendita del carbone e forniture a lungo termine
Paul Baruya
Ottobre 2015

I contratti di vendita del carbone vengono di solito suddivisi in due ampie categorie, contratti spot (a spedizioni singole) e contratti a termine (a spedizioni multiple). I contratti a lungo termine non possono essere definiti con precisione, ma la loro durata può estendersi oltre un anno nel caso in cui sia possibile garantire l’approvvigionamento del carbone per più di 20 anni. La stipula di contratti a lungo termine, con l’eccezione delle centrali elettriche presenti a bocca di miniera, è meno diffusa nel mercato Atlantico mentre sta ottenendo un incremento interessante nel mercato Pacifico. Analogamente in USA, alcune industrie a carbone non stanno più adottando contratti a lungo termine ma quelli a breve termine.
Nel 2014, il National Development and Reform Commision (NDRC) della Cina ha annunciato le linee guida sui contratti a medio e lungo termine relativi alle miniere del carbone e alle utenze; questo potrebbe evitare un allontanamento dal processo tradizionale di negoziati annuali e pianificare contratti di un solo anno. Il NDRC potrebbe avviare un importante cambiamento nell’acquisto del carbone a livello mondiale. La situazione in Cina risulta in netto contrasto con quella dell’Europa (OECD); infatti, gli acquisti di carbon fossile nel Regno Unito e Germania vengono concordati quasi esclusivamente su base spot.
Il seguente studio ha riscontrato un certo numero di aziende e paesi, tra cui Repubblica Ceca, India, Indonesia, Giappone, Corea, Malesia, Sud Africa e USA, che operano in tutto il mondo stipulando contratti a lungo termine di diversa misura.
I contratti di fornitura stipulati con le centrali elettriche presenti a bocca delle miniere, a causa della filiera corta, non possono richiedere un elevato livello di complessità per cui presentano un minor numero di dettagli. Per distanze superiori è possibile includere nel contratto un intermediario con esperienza nel trasporto e movimentazione merci, insieme ad un grado maggiore di controllo qualità e verifica dei conti, in modo tale da garantire una consegna veloce.
Indipendentemente dalla complessità del contratto, gli accordi a lungo termine offrono numerosi vantaggi rispetto al contratto spot, in particolare per le centrali elettriche che operano al di sotto del carico di base. I contratti a lungo termine presentano numerosi vantaggi e svantaggi, ma probabilmente le ragioni principali per la loro adozione sono le certezze nel volume di carbone della giusta qualità, e nella migliore prevedibilità del prezzo, sia che si tratti di una formula fissa che variabile.
La pianificazione a lungo termine diventa più semplice, permettendo ai produttori (e utenti finali) di pianificare i progressi della miniera, gli investimenti e i miglioramenti nelle apparecchiature e nei metodi e nella gestione del territorio. Questo fornisce anche un incentivo per esplorare i blocchi futuri delle risorse se i volumi a lungo termine vengono accoppiati ai prezzi a lungo termine.
Anche se il contratto assicura un quantitativo a lungo termine, le variazioni su base mensile o trimestrale sono inevitabili. Nonostante la natura apparentemente chiusa del contratto a lungo termine, la flessibilità di questi contratti può consentire all’acquirente di usufruire di un maggior quantitativo in alcuni periodi rispetto ad altri; nel Report vengono discussi nel dettaglio questi aspetti..
Il prezzo è un aspetto fondamentale per qualsiasi contratto di carbone. Le condizioni di mercato possono alterare il prezzo ogni ora ma i contratti a lungo termine stabilizzano i prezzi, seppur con gradi diversi di fluttuazione a seconda della formula del prezzo. Gli accordi sul prezzo sono spesso necessari per un nuovo produttore di energia. Per la maggior parte dei contratti a termine, il prezzo di rinegoziazione può avvenire annualmente o ogni tre anni, riducendo la necessità di ripetere la gara d’appalto, ma garantisce che entrambe le parti siano a conoscenza delle attuali condizioni di mercato e le spinge ad una competitività in termini di costo.
I contratti a lungo termine possono portare a interessi commerciali strategici e alla collaborazione per soddisfare sia l’acquirente che il venditore. Entrambe le parti possono trarre vantaggio se si possiede una parte o tutto delle risorse degli altri. Il venditore può anche stipulare contratti strategici a lungo termine con le ferrovie e il porto per garantire un approvvigionamento affidabile e continuo per diversi anni, che permette di aver accesso ad una capacità sufficiente di carbone per consegnarlo quando necessario.
Mentre il prezzo, il volume e la quantità sono il principale criterio per ciascun contratto, un certo numero di garanzie devono essere fatte da entrambe le parti, le quali ricadranno sotto i termini e le condizioni della maggior parte dei contratti. Solitamente, a tempestività della consegna, vengono stipulati il pagamento e la comunicazione. Altre esigenze e servizi ausiliari, come i volumi campionati e controllati lungo l’intera catena di approvvigionamento, saranno comuni per le spedizioni internazionali.
In sintesi, in determinate circostanze, i contratti a lungo termine risultano uno strumento utile e indispensabile per l’approvvigionamento di carbone. La flessibilità può essere definita in termini di volume, prezzo e qualità, fornendo al contempo una maggior sicurezza nel funzionamento a lungo termine di una centrale elettrica o gruppo di impianti.
Oltre i requisiti di base di una gara o contratto di offerta e alcune garanzie relative alla tempestività della consegna, il contratto di vendita conterrà una lista dettagliata dei termini e delle condizioni. La maggior parte di questi dettagli, illustrati in Figura 1, sono standard e richiedono poche modifiche o nessune.

dessi
Figura 1. I dettagli di base di un contratto

Dopo la procedura di gara e di offerta, una delle parti offrirà un contratto a condizioni standard, che potrebbe subire modifiche dalla controparte. I contratti contengono una serie di argomenti che coprono le condizioni di base (prezzi e dati finanziari), così come molte condizioni per il ricorso e gli obblighi giuridici di ciascuna delle parti coinvolte nella transazione e nella consegna (come le normative legali e di conformità; la ripartizione dei doveri, le responsabilità, e il titolo) (Figura 1). In addizione ai termini di base e alle condizioni ci sono i rimedi in caso di fallimento di una delle parti (variazioni). A seguito di questo ci sarà la notifica richiesta se ogni parte vuole modificare il contratto mentre è in vigore, e deve indicare la compensazione, o garanzia.
Un certo numero di questi dettagli sono mostrati nelle Tabelle 1-6 presenti nel report. Queste tabelle non sono esaustive, e non includono tutti gli elementi necessari, ma sono un esempio delle misure che sono state elaborate da una serie di contratti e discussioni con gli esperti. Per un accordo a lungo termine, i contratti devono essere su misura per soddisfare l’acquirente e il venditore in quanto ciò potrebbe far parte di un particolare piano aziendale di un progetto energetico, come per gli accordi Take-or-Pay o simili. I contratti a breve termine operativi attraverso global COAL® o una piattaforma commerciale simile, potrebbero utilizzare un contratto standard che può o meno essere abbastanza completo per coprire la maggior parte degli accordi commerciali effettuati tra le parti specifiche. I partecipanti devono rispettare le condizioni fissate enunciate in queste norme.
Nel report vengono riportati i fondamenti di un contratto di approvvigionamento del carbone, descrivendo la struttura base e l’approccio per la vendita di carbone, includendo una varietà di termini e condizioni, e formule di prezzo che possono essere utilizzate; non viene offerta una consulenza d’acquisto, ma piuttosto un’introduzione per cercare di capire meglio la funzione e l’operazione dei contratti a lungo termine.